Featured Posts

To top
12 Dic

Facebook e la casellina 30+

silk_facebook_30-anni

Non sapevo che, giunti in quella fascia d’età compresa tra i 30 e i 40, Facebook si trasformasse come per magia in un reparto di ginecologia. Reparto di ginecologia o anche una sede staccata di una location per matrimoni.

Ogni lunedì apro Facebook, scorro la mia timeline e nell’ordine trovo: anelli di fidanzamento che mi abbagliano. E poi, il reparto ginecologia di cui parlavo: foto di manine, piedini, tutine, pancioni, bambini appena nati, servizi fotografici pre parto. E poi: vestiti bianchi, servizi fotografici del matrimonio, feste di fidanzamento, baby showers e addii al nubilato, che sembra che tutte dobbiamo sposarci o fare bambini.

Ma nel weekend, del gin tonic invece non potrebbe andare? E i bambini, nascono solo nel weekend? No perché mi pare di sì.

Quindi dopo aver aperto Facebook ed essere stata nuovamente abbagliata da uno degli anelli di fidanzamento a 32 carati di una delle mie amiche, ho pensato che è giunto il momento di dire no a certe cose. Perché io capisco condividere le grandi gioie con tutti quanti, capisco i social media e guarda quanti like ha la nostra foto in sala parto, capisco ma, amici, davvero, anche meno.

 

trainspotting_renton

 

Io dico NO alle foto dei vostri bambini appena nati appoggiati al vostro seno mentre allattate e siete ancora in ospedale. Davvero. Perché? Nel senso sono contentissima per voi, e sono veramente felice che il neonato si sia attaccato subito al vostro seno che ora mi guarda, grande e grosso, dalla mia timeline, ma perché invece non aspettate magari un dieci minuti per fare la foto, così, lo dico per voi, per le vostre tette che ora sono sugli occhi di tutti, e anche per quel piccolo esserino che vorrebbe solo mangiare e di certo non essere taggato da qualche parte sull’internet.
Io dico NO all’album fotografico di tutto il vostro matrimonio. Perché insomma va bene condividere le foto più belle, ma tutte? TUTTE? Tutte le foto sono per la suocera, per le vostre migliori amiche, per i nipoti del futuro e guarda che bella che era nonna. So che posso anche non guardarle, ma pensate sul serio che qualcuno guarderà 280 foto nell’album il giorno più bello? Ecco.

Io dico NO agli album fotografici del vostro viaggio di fidanzamento. Perché succede sempre mentre o siete in viaggio, o fate un weekend romantico, e poi tac, vi fidanzate e tornate a casa e 130 foto sul fidanzamento. E poi, ok, vi ha regalato l’anello della vostra vita, il più bel diamante del mondo, ma dovete proprio fotografarlo così da vicino? Insomma fatelo vedere alle vostre amiche, alle suocere, mandate una mail, ma tenetevelo per voi. E invece no, dovete farci capire che OK VI SPOSATE ABBIAMO CAPITO.

Io dico NO ai vostri post innamoratissimi e sdolcinatissimi sui compleanni delle vostre dolci metà e sui vostri anniversari e sulle vostre famiglie perfette, ma qualche giorno litigate o fate solo l’amore, perché aiuto il diabete, muoio, svengo, davvero, troppo.

Io dico NO agli hashtag senza senso tipo #lamiafamigliastupenda #nomeacasotistiamoaspettando #mancapocoalnostrograndegiorno #lamiavitaeranullaprimadivoi #lamiavitaèmagnifica #amoremiosenzaditenonesistenulla #lamiavitaseitu #qualcunomisalvihosolotrent’anninonsonoprontaatuttoquesto.

Io dico NO al soprannominare i vostri bambini in modi assurdi, e sbandierare il tutto in giro con orgoglio: cuccioli d’uomo, frugoletti, piccoli regali di dio,  miracoli d’amore, MA VI SIETE RINCOGLIONITI TUTTI?

Io dico NO a tutto questo, avrei anche altro a cui dire NO ma poi la gente dice che devi essere meno acida e allora va bene così, chiudiamola qui, io dico NO a queste cose, poi voi fate come volete e io so che voi farete come vorrete e posterete tutte queste cose, ma non temete. Ci siamo preparati.

Riusciremo a sopravvivere a tutto, anche alle vostre foto profilo mentre vi baciate sotto il vischio.

Ce la faremo, sopravviveremo. Io e i miei 32 gin tonic, intendo.

 

tumblr_mmty5dczjo1r4f16oo1_1280

mm
Costanza Pasqua

Racconto storie e faccio un uso eccessivo di sarcasmo. Vivo al piano di sotto del mondo tra i canguri, le canottiere e le infradito. When life gives me lemons, io ci faccio sempre dei gran gin tonic. Oppure li tiro dietro alla gente. www.civuolecostanza.com

No Comments

Leave a reply